UN MATTINO GRIGIO E FOSCO

 di JOHANN WOLFGANG GOETHE

goethe

 

Un mattino grigio e fosco
copre i miei campi amati;
sprofondato nella nebbia
giace il mondo intorno a me
O Federica cara,
potessi tornare a te!
In uno dei tuoi sguardi
rifulgono il sole e la gioia

l’albero che sulla scorza
ha il mio nome accanto al tuo
scolora alla furia del vento
che disperde ogni piacere.
Il verde splendore dei prati
si oscura come il mio volto:
non vedono più il sole,
e io non vedo Federica,

presto andrò alla vigna
a vendemmiare l’uva.
C’è vita tutto intorno,
ribolle il vino nuovo,
ma nella pergola sola,
ah, penso, se fosse qui
le porgerei questo grappolo
e lei – cosa darebbe a me

Clicca qui per la Versione in Lingua Originale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...