DOP e IGP : cosa sono ?

download (5)

DOP (Denominazaione d’Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta) sono dei veri e propri marchi di qualità, rilasciati dall’ Unione Europea su proposta del Ministero delle politiche agricole e forestali. I prodotti DOP e i prodotti IGP sono intresicamente identificati con il loro territorio. Seguono un disciplinare di produzione dove viene provata  l’origine storica nel territorio della denominazione in questione.

La differenza fra prodotti DOP e prodotti IGP, sta nel fatto che, nel caso del prodotti DOP, tutto ciò che concerne l’elaborazione e la commercializzazione del prodotto, ha origine nel territorio dichiarato; mentre nel caso del prodotto IGP, il territorio dichiarato conferisce al prodotto le sue caratteristiche peculiari, ma non tutti i fattori che concorrono all’ottenimento del prodotto provengono dal territorio dichiarato. 

La domanda di riconoscimento di un prodotto DOP o di un prodotto IGP va inoltrata al Ministero delle politiche agricole e forestali da una organizzazione associativa che unisce i produttori interessati. Nella domanda si deve evidenziare tutti i fattori di identificazione del prodotto, la sua origine storica nel territorio citato nella denominazione, il disciplinare di produzione e l’ente di certificazione che, deve essere riconosciuto dal Ministero . Quest’ultimo dovrà controllare la conformità della produzione e le norme dettate dal disciplinare.

Il Ministero conferisce il riconoscimento transitorio nazionale  e verifica la conformità al Regolamento 1151/2012 dell’Unione Europea. A questo punto sentiti anche Organizzazione dei produttori, la Regione (o Provincia autonoma) e la Camera di Commercio pubblica la proposta di disciplinare sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, attendendo 30 giorni per accogliere eventuali opposizioni. Terminata positivamente questa fase istruttoria, il Ministero trasmette la domanda per il riconoscimento del prodotto DOP o del prodotto IGP alla Commissione dell’Unione Europea, che pure ne esamina la conformità al Regolamento 1151/2012 e la pubblica sulla Gazzetta Ufficiale UE attendendo tre mesi per accogliere eventuali opposizioni.

Trascorso tale periodo senza opposizioni, il prodotto ottiene il riconoscimento richiesto (DOP o IGP) e viene perciò iscritto nell’ apposito Albo comunitario.

Sarà poi il Consorzio di Tutela che svolgerà le attività necessarie alla promozione e valorizzazione del prodotto DOP o del prodotto IGP sul mercato.

DOP e IGP nel vino

 (Fonte : Gazzetta Ufficilae Europea e Agriturist.it)

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...